Disinfestazione Processionaria del Pino

processionaria 1 300x255 - Disinfestazione Processionaria del Pino

Oltre ad essere un insetto altamente distruttivo, si nutre infatti delle foglie degli alberi, che spoglia quasi completamente, la processionaria è anche molto pericolosa per gli animali e per l’uomo: nel suo stadio larvale il suo corpo è ricoperto di peli molto urticanti, in grado di causare eritemi pruriginosi.

Quando questi peli entrano a contatto con le mucose di occhi, naso e bocca, possono causare sintomi molto gravi come febbre, diarrea e vomito emorragici e necrosi.

Che cos’è la processionaria?

La processionaria, nome scientifico Thaumetopoea, è un insetto della famiglia dei lepidotteri: nel mondo esistono circa quaranta specie di questo insetto, ma nel nostro paese le più diffuse sono la processionaria del pino e la processionaria della quercia. L’insetto adulto è una falena, ma nello stadio larvale è un bruco che può raggiungere le dimensioni di 3 centimetri.

Questo insetto è attivo solamente nei mesi freddi, visto che i mesi caldi li passa nel suo bozzolo, che si costruisce sottoterra, a compiere la metamorfosi: la femmina di processionaria esce dal bozzolo generalmente alla fine dell’estate, cerca la pianta adatta per costruire il nido e quando la trova può deporre fino a 300 uova, che nel giro di quattro settimane si schiudono.

Nonostante le larve siano di piccolissime dimensioni, sono dotate di potenti mascelle che consentono loro di nutrirsi in fretta di tutte le foglie di un ramo: dopo che il ramo è rimasto primo di foglie, le larve si spostano e ricominciano daccapo con un altro ramo. Il nome processionaria deriva dal fatto che i bruchi si spostano in gruppo formando una lunga fila di insetti, come una processione.

Metodi di disinfestazione dalla processionaria

Esistono vari metodi per combattere la processionaria, che come abbiamo visto è molto dannosa per le pinete, ma anche per gli animali e per l’uomo. La nostra azienda si occupa della disinfestazione contro la processionaria in tutte le province della Sicilia: potete richiederci un preventivo senza impegno e del tutto gratuito per qualsiasi intervento in ogni zona della regione. E’ molto importante per la riuscita della disinfestazione, individuare con correttezza l’insetto infestante per poter applicare il metodo giusto.

Il metodo più usato per la disinfestazione dalla processionaria è la lotta microbiologica. Questo metodo viene messo in pratica utilizzando un insetticida biologico, a base di un batterio dal nome scientifico piuttosto lungo, il “Bacillus thuringiensis kurstaki“. Si tratta di un batterio molto selettivo, che colpisce solamente alcune larve di lepidotteri, quindi non è pericoloso per gli altri insetti e per gli animali della zona che viene trattata.

Il batterio agisce paralizzando la larva di processionaria e ne danneggia i centri nervosi: l’insetticida a base di “Bacillus thuringiensis kurstaki” può essere immesso nell’ambiente attraverso un atomizzatore manovrato dal nostro personale specializzato oppure attraverso un elicottero. La nostra azienda di disinfestazione contro la processionaria è dotata dell’attrezzatura necessaria ed il nostro personale è altamente specializzato.

Un altro metodo di disinfestazione molto utilizzato è la distruzione dei nidi, che viene effettuata manualmente dal nostro personale. Si tratta di un metodo piuttosto costoso ed adatto soprattutto a zone infestate di piccole dimensioni: i nidi infatti devono essere individuati ad uno ad uno, inoltre devono essere asportati facendo attenzione a non entrare in contatto con i peli urticanti dei bruchi.

L’individuazione e la successiva asportazione dei nidi deve avvenire durante i mesi freddi, quando le larve non sono ancora uscite: il nostro personale specializzato, dotato di scale, tronca-rami e di tute apposite, asporta manualmente i nidi che si trovano sui rami degli alberi. Se la zona infestata è molto vasta, la lotta microbiologica è sicuramente la più conveniente.

La nostra azienda di disinfestazione utilizza molto spesso anche un altro metodo per combattere la processionaria: nei vari stadi del suo ciclo vitale, la processionaria ha molti nemici naturali. Il compito del nostro staff non è altro che quello di immettere nel territorio questi nemici naturali: una particolare specie di vespa si nutre delle uova di processionaria, un particolare tipo di coleottero si nutre delle larve, un particolare tipo di formica attacca i nidi invernali, mentre alcune specie di uccelli, come per esempio la cinciallegra, si nutrono delle crisalidi e dell’insetto adulto.

Negli ultimi anni la nostra ditta di disinfestazione sta sperimentando alcuni metodi meccanici nella lotta contro la processionaria in tutte le province della Sicilia: Enna Catania Messina Palermo Ragusa Siracusa Agrigento Trapani e Caltanissetta. Questi metodi vengono attuati costruendo delle trappole che vengono messe sui rami degli alberi infestati. Si tratta di trappole che contengono delle sostanze collose, in grado di invischiare l’insetto infestante, ma che nello stesso tempo emanano un odore irresistibile, dal quale le processionarie non riescono a stare lontane.

Questi metodi meccanici si stanno rivelando sempre più efficaci nella lotta contro la processionaria, inoltre consentono di non immettere nell’ambiente insetticidi dannosi. Per qualsiasi tipo di problema legato alle infestazioni da processionaria, non esitate a chiamare la nostra ditta di disinfestazione, attiva in tutte le province della Sicilia.