Disinfestazioni Zecche

zecche

L’estate è una stagione particolarmente critica per le infestazioni da zecche: il caldo, infatti, favorisce la proliferazione di questi parassiti, sia in campagna che nei centri abitati. La presenza di cani e gatti nelle nostre case rappresenta un ulteriore fattore di criticità, in quanto tale tipologia di parassita infesta frequentemente la cute degli animali domestici.

Se vivi in Sicilia e improvvisamente ti trovi a dover fronteggiare un’infestazione di zecche, esiste un’unica soluzione: intervenire tempestivamente con un trattamento mirato ed altamente professionale.

Solo un professionista serio e qualificato, infatti, è in grado di mettere in atto le strategie più efficaci e sicure per liberarti definitivamente del problema senza nuocere all’incolumità dell’ambiente e delle persone. Merito di attrezzature e prodotti all’avanguardia e di un alto livello di competenza che consente di applicare le tecniche più appropriate ad ogni tipo di infestazione.

L’infestazione da zecche, in particolare, richiede interventi immediati e risolutivi in quanto notevolmente pericolosa per la tua salute e per quella dei tuoi cari. Se le zecche hanno invaso il tuo ambiente, quindi, rivolgiti senza indugio ad un’azienda specializzata e altamente competente che effettua la disinfestazione zecche in tutte le province della Sicilia.

Cosa sono le zecche?

Le zecche sono artropodi appartenenti alla famiglia degli aracnidi. Questi parassiti esterni misurano da due a otto millimetri e resistono bene alle situazioni avverse: possono, ad esempio, sopravvivere per lunghissimo tempo senza cibo e in condizioni di freddo intenso. Il loro habitat prediletto sono i boschi, i prati, le radure e tutti i luoghi dove sono presenti animali ospiti come cavalli, cani e gatti: per questo, esse sono diffuse sia nelle campagne, sia nei centri urbani.

La zecca è un parassita ematofago: si nutre quindi esclusivamente di sangue. Il suo apparato boccale, di conseguenza, è predisposto allo scopo di trafiggere la cute, ancorarvisi saldamente e succhiare la quantità di sangue necessaria alla sopravvivenza. ll pasto ha una durata variabile da alcune ore a diversi giorni: non appena è sazia, la zecca abbandona l’ospite e si lascia cadere al suolo.

In questa fase, la femmina depone circa un migliaio di uova. Un volta uscita dall’uovo, la larva di zecca cerca subito un ospite sul quale insediarsi. Da adulte, le zecche possiedono otto zampe e sono ricoperte da uno scudo chitinoso: nella femmina, questo scudo copre il corpo solo parzialmente.

Con l’inizio della stagione calda, questi parassiti abbandonano il letargo invernale alla ricerca di organismi sui quali parassitare: del tutto privi di ali, non volano e non saltano ma restano nell’erba o sulle piante in attesa che si avvicini un potenziale ospite.

Generalmente transitano da una pianta ad un animale oppure da animale ad animale, ma possono attaccare anche l’uomo. Fra i più comuni ospiti delle zecche ci sono, oltre a cani, gatti e cavalli, anche gli uccelli, i topi, gli anfibi e i caprioli.

In Italia, le specie più diffuse appartengono a due grandi famiglie: le zecche dure (Ixodidae) e le zecche molli (Argasidae). Le zecche appartenenti al primo gruppo si arrampicano sulle piante e vi attendono il momento propizio per trasferirsi sull’ospite; negli ambienti domestici, esse si concentrano nelle cucce e negli altri luoghi frequentati dagli animali da compagnia. Le zecche molli, invece, si insediano solitamente in luoghi riparati come grotte, buche del terreno e nidi di volatili; all’interno delle abitazioni, queste zecche possono annidarsi nelle intercapedini, nelle crepe, nelle fessure e nei sottotetti.

Perchè le zecche sono pericolose?

La maggior parte delle zecche costituisce un formidabile veicolo di trasmissione per virus, batteri ed altri agenti infettivi. La pericolosità del loro morso, quindi, risiede nella sua capacità di trasmettere gravi patologie infettive sia all’uomo che agli animali.

Fra le più comuni malattie provocate dalle tossine delle zecche ci sono la malattia di Lyme, l’encefalite da zecche, la febbre bottonosa e la piroplasmosi.

Come eliminare le zecche in modo efficace?

Per eliminare le zecche in modo mirato, il sistema migliore è richiedere una disinfestazione zecche di tipo professionale. Gli esperti che si occupano di disinfestazione zecche in tutte le province della Sicilia (Enna, Catania, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, Agrigento, Trapani e Caltanissetta), procedono prima di tutto effettuando un sopralluogo: questa procedura servirà ad accertare la tipologia di infestazione e a mettere in atto la strategia più efficace.

In questi casi, si agisce su più fronti in modo tale da eliminare drasticamente tutte le fonti dell’infestazione. Le operazioni di disinfestazione da zecche prevedono innanzitutto l’allontanamento dei volatili e la disinfestazione di tutti gli spazi precedentemente occupati dai piccioni. In giardino, il taglio dell’erba aiuta ad eliminare altri potenziali focolai di infestazione.

All’interno delle mura domestiche, il trattamento con insetticidi idonei interessa le cucce, le fessure e tutti gli anfratti dove solitamente si annidano le zecche. I sistemi più utilizzati per debellare le zecche consistono in insetticidi di tipo residuale, come i prodotti liquidi a base di piretroidi sinergizzati a lunga persistenza.

Per ambienti particolari e difficilmente accessibili, come le suole di aerazione o le intercapedini, si può fare uso di formulati in polvere secca da distribuire con appositi impolveratori. Per ottenere i migliori risultati, questi interventi di disinfestazione professionale devono essere ripetuti periodicamente.