Come eliminare le blatte

Come eliminare le blatte?

Come eliminare le blatte in modo efficace e come prevenirne eventuali infestazioni? Anche dette scarafaggi, questi insetti dell’ordine dei Blattoidei sono diffusi in tutto il mondo e l’Italia non fa eccezione. Prediligono ambienti umidi e caldi, si nutrono di piccoli residui di materia organica, si riproducono rapidamente, soprattutto in estate. Ecco perché le regioni più calde, come la Sicilia, corrono maggiori rischi di infestazione. I rimedi contro le blatte sono sia naturali che chimici, dai tradizionali insetticidi all’aceto, ma anche la prevenzione gioca un ruolo fondamentale.

Come prevenire le blatte

Premesso che esistono più di 4000 specie di blatte e che ognuna di esse ha caratteristiche peculiari, in Sicilia come nel resto d’Italia, gli scarafaggi più diffusi sono tre: lo scarafaggio marrone chiamato “Blattella germanica”, lo scarafaggio nero detto “Blatta orientalis” e lo scarafaggio rosso o “Perplaneta americana”. Queste specie proliferano negli ambienti umidi e caldi, ecco perché l’estate è la stagione più a rischio.

Sebbene le blatte riescano a sopravvivere anche in ambienti non particolarmente sporchi visto che si nutrono di piccoli residui di materia organica, tenere pulita la casa è comunque un buon metodo preventivo. Evitate di lasciare allo scoperto resti di cibo, conservando eventuali alimenti ben sigillati. Le blatte spesso si introducono nelle confezioni di pasta, riso, biscotti, farina, contaminandoli con escrementi e frammenti di scarafaggi morti. E’ difficile accorgersene ma di fatto accade più spesso di quanto si pensi. Rimuovete macchie di unto dalle superfici, anche con semplice acqua e aceto, riponete in frigorifero gli avanzi, pulite spesso il retro e il motore del frigo, lavello e sottolavello.

Vedi anche  Disinfestazioni a Troina: rimozione nidi di vespe in giornata

Un altro accorgimento riguarda la spazzatura, che va sempre rimossa dagli ambienti domestici, e riposta all’esterno. Le blatte ne sono infatti irresistibilmente attratte. Anche le potenziali vie di accesso devono essere sigillate e protette con repellenti per blatte, naturali o non. Sigillate gli spazi vuoti di lavelli, docce, vasche e cercate di mantenere i vari ambienti possibilmente asciutti.

Il bagno richiede altrettanta cura visto che si tratta della stanza più umida della casa. Evitate ristagni di acqua, muffe e sporcizia sulle piastrelle, che vanno pulite frequentemente. Anche vano della doccia e pavimento richiedono frequenti lavaggi a base di acqua e aceto, se preferite ricorrere a rimedi naturali. Non lasciate in giro indumenti e accappatoi o asciugamani bagnati, aprite spesso le finestre facendo circolare aria, chiudete il coperchio del water e versate, almeno una volta a settimana, candeggina e/o acqua bollente con aceto negli scarichi.

Dove si nascondono le blatte

Le stanze della casa solitamente più a rischio infestazione sono bagno e cucina, ma anche seminterrati e lavanderie sono aree in cui questi insetti amano nascondersi. In particolare prediligono tubi, scarichi, crepe, fessure, e tutti i luoghi nascosti, al riparo dalla luce, possibilmente caldi, come il retro degli elettrodomestici o i termosifoni.

Queste aree vanno monitorate frequentemente e trattate se necessario con appositi insetticidi. L’ideale, volendo fare prevenzione, è collocare nei potenziali punti di accesso delle blatte rimedi naturali contro gli scarafaggi. Per esempio potreste sistemare negli angoli della cucicina ciotole di bicarbonato mescolato con una pari quantità di zucchero. Quest’ultimo le attira, il bicarbonato le annienta. Ottime anche le foglie di alloro il cui odore è sgradito alle blatte. E ancora aceto di vino sciolto in acqua bollente per i tubi di scarico, che vengono così depurati. L’aceto, rosso o bianco, può essere utilizzato anche per lavare i pavimenti della casa, mescolandolo con acqua calda come fosse un normale detersivo.

Vedi anche  Come allontanare i topi

Come eliminare le blatte

In Sicilia e in altre regioni italiane le blatte vengono eliminate sia con rimedi naturali che chimici. I metodi naturali hanno il vantaggio di non essere tossici e sono ideali per prevenire le blatte e per annientarne piccole quantità. In casi di infestazioni più consistenti, gli insetticidi contro gli scarafaggi sono da preferire, ma vanno utilizzati con parsimonia perché potenzialmente tossici. Scopriamo uno ad uno i prodotti più efficaci contro le blatte.

Insetticida spray

Gli insetticidi contro gli scarafaggi sono il prodotto solitamente più utilizzato per eliminarli e ne esistono innumerevoli tipologie, a seconda delle esigenze. In generale vanno spruzzati nei nascondigli, dalle crepe del muro alle prese d’aria, negli angoli di cucina e bagno, tenendo lontani animali e bambini dalle zone interessate, almeno per qualche ora. Si tratta infatti di prodotti tossici per la salute e da usare pertanto solo in caso di necessità.

Trappole per scarafaggi

Le trappole per scarafaggi contengono un materiale adesivo e un’esca che permettono di intrappolare le blatte. Vanno collocate nelle zone infestate, di solito per minimo una settimana. Dopodiché, se si notano ancora blatte, è possibile posizionarne altre per ulteriore tempo.

Esche per blatte

Le esche per blatte non agiscono in modo rapido come gli altri metodi elencati ma offrono il vantaggio di essere particolarmente efficaci. Contengono un gel chimico che funge da veleno che attira gli scarafaggi. Questi ultimi lo portano nel nido avvelenando tutta la colonia, inclusi i piccoli. Le esche per scarafaggi vanno posizionate nelle aree domestiche più a rischio.

Summary
Come eliminare le blatte
Article Name
Come eliminare le blatte
Description
Come eliminare le blatte in modo efficace e come prevenirne eventuali infestazioni? Anche dette scarafaggi, questi insetti dell'ordine dei Blattoidei sono diffusi in tutto il mondo e l'Italia non fa eccezione. Richiedi un preventivo gratuito tramite il sito!