Come allontanare i topi

Come allontanare i topi

Come prevenire un’infestazione da topi

Un’infestazione da topi comporta un grave danno economico ma soprattutto rischi per salute, in quanto questi mammiferi sono portatori di malattie serie per l’uomo e per gli animali domestici.
Prima di fronteggiare una vera e propria invasione, vediamo quali misure adottare per allontanare dalle nostre abitazioni questi pestiferi ospiti indesiderati.
I topi presentano un apparato scheletrico tale da renderli capaci di infilarsi in casa anche attraverso delle aperture molto piccole, quindi è importante sigillare tutti fori e le crepe dei muri, tenere chiuse le finestre del seminterrato e dei sottotetti, sostituire eventuali vetri rotti, montare delle grate con reti metalliche a maglia fine.
I topi, forti del loro eccezionale olfatto, si introducono nelle nostre abitazioni attratti dall’odore di cibo, pertanto bisogna adottare degli accorgimenti per evitare di attirarli, ad esempio non posizionare i bidoni della spazzatura e del compost vicino l’ingresso e, comunque, chiuderli sempre con l’apposito coperchio.
Come allontanare i topi

Il cibo per alcuni animali domestici come uccelli e criceti è molto amato anche dai topi, quindi bisogna posizionare le gabbie in un luogo sicuro.
Se l’abitazione dispone di uno spazio all’aperto come un giardino o un terrazzo, si può ricorrere alla coltivazione di alcune piante che si armonizzano con l’ambiente e tengono lontani i topi: il narciso, ad esempio, è un fiore ornamentale adatto anche alla coltivazione in vaso, il cui tubero emana un odore repellente per i topi.
Anche i germogli freschi di Assenzio Maggiore sono efficaci come pianta anti topo; altre piante alleate nella caccia al topo sono la camomilla, la ruta, la menta e la menta piperita, il cui odore pungente disorienta i topi e li induce a scappare. Chi non ha il cosiddetto” pollice verde” può optare per l’acquisto di multirepellenti sensoriali disponibili in commercio: sostanze che emanano odori piacevoli per l’uomo ma nauseanti per i topi che, infatti, fuggono ma non vengono uccisi, evitando così anche l’incombenza di dover eliminare la carcassa.
Un altro sistema ecologico per allontanare i topi consiste nel sistemare attorno all’area da proteggere una rete ad ultrasuoni che non vengono percepiti dall’uomo ma risultano insopportabili per l’udito del topo, tenendolo a debita distanza.

Vedi anche  Come eliminare le blatte?

Come scoprire l’intrusione di un topo

A volte purtroppo le misure preventive non bastano a scongiurare l’intrusione dei topi in casa, come se non bastasse, questi piccoli mammiferi hanno soprattutto abitudini notturne, preferiscono muoversi nella penombra e sono infastiditi dalla luce, perciò è difficile imbattersi in un topo che gironzola per casa durante il giorno.
Più frequentemente la presenza di topi in casa è denunciata dalle loro tracce, come gli escrementi che depositano al loro passaggio.
Le feci dei topi differiscono tra loro per dimensioni e colore in base alla specie di appartenenza, tuttavia somigliano a chicchi di riso più o meno grandi e sono di colore scuro. L’urina emette un odore molto pungente.
Altre tracce inconfondibili sono i rumori notturni, quando appunto sono più attivi e vanno in cerca di acqua e di cibo, e la presenza di oggetti rosicchiati.
Infatti, essendo dei roditori, i topi devono tenere affilati i denti, perciò rosicchiano quasi tutti i materiali: carta, cartone (comprese le confezioni delle derrate alimentari), stoffa, legno.
Dal momento che rodono anche la plastica mettono a rischio l’integrità dei tubi degli elettrodomestici e la rete elettrica e del gas, esponendo gli abitanti della casa a rischi di black out e di fughe di gas.
La presenza di topi in casa si può scoprire anche dalle macchie di grasso prodotte sugli oggetti contro cui si strofinano, dai graffi sui mobili, dalle impronte delle zampe e della coda lasciate passando sulle zone più nascoste, impolverate.
Scoprire anche una sola di queste tracce equivale alla certezza che i topi si sono introdotti all’interno dell’abitazione, a questo punto bisogna contattare una ditta di derattizzazione professionale senza indugiare, onde evitare pericoli molto seri.

Vedi anche  Addio Blatte con le Disinfestazioni a Piazza Armerina

I topi: una minaccia per la salute

I topi sono i mammiferi in assoluto più diffusi al mondo, in natura ne esistono circa 2 300 specie, di cui circa 30 sono quelle presenti in Italia, appartenenti a 6 famiglie.
Questi roditori vivono in gruppi piuttosto numerosi, non raggiungono grandi dimensioni e sono tutte altamente prolifiche: le femmine di alcune specie, dopo una gestazione di circa 20 giorni, partoriscono fino a 10 piccoli e sono feconde subito dopo.
I nati raggiungono la maturità sessuale dopo solo tre mesi!
Le specie di ratti più diffusi nel nostro territorio sono il Rattus Norvegicus o ratto di fogna, il Mus Musculus detto anche topolino domestico, l’ Apodemus Sylvaticus o topolino di campagna e il Rattus Rattus o ratto dei tetti.
Atri agenti patogeni sono trasmessi dai parassiti che si annidano nel loro pelo, come zecche e pulci.
Un’invasione da topi può causare malattie come il tifo murino, la Leptospirosi, la peste, il colera, la salmonella, dermatiti, diversi disturbi gastro intestinali e al sistema nervoso.
Per liberarsi definitivamente di un’invasione da topi occorre rivolgersi ad una ditta di derattizzazione che possiede le competenze necessarie per riconoscere la specie dell’infestante e agire con sistemi specifici, efficaci ma non dannosi per l’uomo per gli animali non target.

Summary
Come allontanare i topi in Sicilia
Article Name
Come allontanare i topi in Sicilia
Description
Come allontanare i topi - I topi sono portatori di virus e batteri patogeni che trasmettono all'uomo attraverso le feci, con la saliva e il sangue.
Author